mercoledì 23 novembre 2016

Ricarica Bombole tipo Sodastream a Milano

A Milano il nostro nuovo servizio di consegna a domicilio delle bombole compatibili con tutti i gasatori da tavolo, modelli (Sodastream, Beghelli, Imetc, Gas Up, Happy fritz)  ha un grande successo e quindi (siamo in Italia ) hasuscitato un vespaio.

Il servizio per le bombole compatibili Sodastream già attivo a Genova da diversi anni è stato esportato a Milano con successo, con una piccola variazione, a Genova  non ce la sentivamo di salire sui monti in bicicletta e quindi utilizzavamo scooter, a Milano, città notiriamente senza salite impegnative, ci appoggiamo a UBM, il servizio  di consegna a domicilio in bicicletta.

Tutti a ridire per i prezzi bassi e la nostra concorrenza spietata.

Le lamentele più ridicole  da parte dei nostri concorrenti

Non potete ricaricare i nostri cilindri....
Il nostro gas  Co2 è il migliore di tutti....
I vostri prezzi sono senza pagare le tasse...

I cilindri sono del cliente che li ha comprati, e nostra cura dire chiaramente la ricarica è fatta da noi sotto la nostra responsabilità con Co2 Alimentare E290  con lotto di produzione e tracciabilità..
Il Gas co2 e puro al 99,999 % come richiesto dalla legge, se uno deve affermare reclame commerciali per chiedere prezzi elevati faccia pure, le nostre bombole sono a 9 €  consegnate a casa

Per maggiori informazioni vai alla pagina dedicata

Ricarica bombole CO2 tipo Sodastream Imetec Beghelli
Servizio di ricarica bombole CO2 tipo Sodastream Imetec Beghelli

Ricarica bombole CO2 da 450 gr a soli 9 euro iva compresa, consegnata a casa (minimo due pezzi) in tutto il territorio di Milano tangenziale.

Il servizio è con pieno per vuoto, ciò significa che il nostro collega si presenta presso luogo scelto da voi, ritira le bombole vuote (minimo 2 pezzi) ridando contestualmente le bombole piene. Questo vale per le bombole dei gasatori domestici, tipo Soda stream, Wassermax, Beghelli, Imetec.
Le nostre bombole Co2 sono tutte certificate e a norma. Seguono la tracciabilità del prodotto come richiesto dalle leggi che disciplinano l’industria alimentare.
Tutte le nostre bombole sono caricate con co2 alimentare  E290,  sono sigillate ed hanno il lotto di produzione.

Le bombole hanno un attacco universale ACME2G. Si possono utilizzare su tutti i gasatori da tavolo presenti sul mercato italiano.
Le principali marche sono Sodastream, Imetec, Happy frizz, Wassermax, Beghelli.

Per ulteriori informazioni contattaci telefonicamente al 345.172.71.64

venerdì 4 novembre 2016

Erogatori acqua : come operare correttamente, norme, SCIA, etc...

Prendendo spunto dalle recenti azioni sanzionatorie da parte delle ASL e dalle segnalazioni prevenuteci da diversi colleghi che operano nei ristoranti con impianti di Acqua alla Spina  facciamo il punto della situazione ricapitolando la normativa alla luce degli ultimi aggiornamenti.

La somministrazione di acqua potabile trattata è concessa nei pubblici esercizi, l'esercente ha facoltà di porre in vendita l'acqua trattata


DLgs 181-2003  articolo 13.
E'  richiesta  una corretta informazione alla clientela sulla natura dell'alimento somministrato. La dicitura "acqua potabile tratattata" deve essere posta sui contenitori e/o sull'impianto

La responsabilità della qualità dell'acqua erogata è sempre a carico dell'OSA (operatore settore alimentare)

 

Regolamento UE 852 (Haccp)
Salvo delega formale, il ruolo è a carico del legale rappresentatnte dell'attività.  
L'operatore del settore alimentare redige il piano HACCP e definisce le azioni necessarie per garantire la sicurezza alimentare.  
Nel caso degli impianti per per il trattamento dell'acqua potabile, L'OSA deve assicurareil rispetto dei parametri di potabilità dell'acqua.
Le analisi periodiche sulla qualità dell'acqua erogata  non sono obbligatorie, ma è obbligatorio predisporre le adeguate verifiche (periodiche) per garantire la qualità del servizio...

La qualità dell'acqua erogata


L'acqua erogata  deve rispondere ai criteri di potabilità  DL 31/2001 e sm - Attenzione la direttiva 1787 CE  impone la revisione del DL entro ottobre 2017- Le caratterisitche dell'acqua non possono peggiorare anche rimanendo all'interno dei parametri di potabilità DM 25-2012. L'eventuale variazione dei parametri di potabilità devono essere noti e comunicati alla clientela Linee  Guida DM 25


La qualità del sistema di filtrazione 


I sistemi di filtrazione  devono rispondere ai requsiti imposti dal DM 174-2004 (anche questo in revisione per il 2017) ossia sulla qualità dei materiali a contatto con l'acqua destinata al consumo umano. I componenti devono essere certificati da un laboratorio accreditato.

L'efficacia del trattamento dell'acqua potabile deve essere validata presso ente terzo. Le sue carattersitche devono essere dichiarate e supportate da analisi presso laboratorio DM 25-2012

Gli addempimenti delle comunicazioni di Legge


La novità contenuta nelle ultime Linee Guida Dm 25 è la predisposizione di un Registro di Impianto, che raccoglie le necessarie  dichiarazioni di conformità dell'apparecchiatura, del sistema di filtrazione e del lavoro di installazione DM 37/08.

In fase di apertura di un nuovo locale le dichiarazioni di conformità sono parte integrante della SCIA (Segnalazione Certificata Inizio Attività).
Nel caso di installazione di un impianto ad azienda già avviata il regolamento CE 852 art 6 comma 2 impone la comunicazione all'ASL - SIAN (Servizio Igene Alimenti e Nutrizione) dell'avvenuta installazione di qualsiasi sistema di trattamento acqua, sia esso un addolcitore  o un erogatore d'acqua destinata al consumo umano.

  La manutenzione


Il DM 25 e le sucessive Linee  Guida impogono la dicitura "questo impianto necessita di regolare manutenzione per far si che l'acqua erogata mantenga" le caratterisitche di potabilità.
Sempre lo stesso decreto impone alle aziende costruttirci/distributrici di definire il protocolli  e le procedure per la manutenzione degli impianti di trattamento, al fine di garantire  un'acqua  con caratteristiche elevate. Sta  poi all'OSA gestire e verificare che le manutenzione vengano fatte  con i criteri e i tempi indicati  dal costruttore/distributore