domenica 3 maggio 2015

Antiallagamento per depuratori acqua

I vari sistemi antiallagamento per gli impianti di trattamento dell'acqua potabile

Premessa importante: la nostra lunga esperienza di installatori e progettisti di impianti per il trattamento dell'acqua potabile ci porta ad escludere  rischi  di perdite quando:
  1. gli impianti sono progettati bene
  2. i componenti sono di qualità
  3. l'assemblaggio è fatto con cura
  4. l'installazione viene fatta con cura e prevenendo i possibili rischi legati a situazioni contingenti
I sistemi antiallagamento per intervenire devono ricevere i segnale di perdita d'acqua  in maniera meccanica oppure in maniera elettrica.

Nel primo caso i sistemi avvertono il flusso totale, che se supera la soglia limite impostata, bloccano l'erogazione di acqua.  Il più conosciuto è sicuramente il Waterblock, prodotto in Italia come accessorio per l'industria dell'elettrodomestico, in special modo delle Lavatrici e delle Lavastoviglie.

waterblock
Il Waterblock  presenta diversi punti di forza:
  • Si collega a monte dell'impianto e quindi protegge installazione e macchinario
  •  Non necessita di collegamenti elettrici
  • costa poco
I punti che lo penalizzano  sono:
  •  poca sensibilità nel caso di microperdite  (interviene sono dopo 20 litri)
  • riarmo meccanico (bisogna premere il puntino rosso)
Il principio di funzionamento del Waterbock (protetto da brevetti) è legato ad una turbina che fa girare e quindi avanzare un pistoncino che ritorna al proprio posto se non raggiunge la quota impostata.  Se la supera blocca in maniera irreversibile il flusso d'acqua.

Waterleaks: un altro dispositivo antiallagamento di blocco meccanico per gli impianti di trattamento acqua 
waterleak

si tratta di  un sensore tipo spugna (le pastiglie bianche)  che rileva umidità o acqua  e gonfiandosi spinge un pistoncino che blocca il passaggio dell'acqua.

Il Waterleak  presenta più svantaggi che  vantaggi ed è scarsamente utilizzato.

Punti di forza:
  • piccolo ed economico
  • non necessita di collegamento alla rete elettrica
Punti di svantaggio
  •  deve essere  installato all'interno di impianti e deve essere posizionato dove l'acqua di una eventuale perdita si accumula
  • è molto sensibile all'umidità
  • gestisce passaggi d'acqua modesti
Gli Antiallagamento elettronici sono costituiti da una scheda elettrica e relativa sonda che avvertono la presenza d'acqua e quindi comandano un dispositivo di chiusura (generalmente una elettrovalvola normalmente chiusa) interrompendo l'alimentazione elettrica
antiallagamento GWS

I sistemi antiallagamento elettronici  sono per lo più utilizzati all'interno degli impianti di trattamento dell'acqua potabile, vedi osmosi inversa, microfiltrazioni o frigogasatori; questo perchè elettrovalvola è già presente al  suo interno.

Punti di forza
  • interrompono sia il flusso d'acqua sia l'alimentazione elettrica mettendo in sicurezza l'apparecchio
  • sono molto sensibili, e captano la minima perdita
Punti di debolezza
  • non possono essere  installati fuori da un corpo macchina di un erogatore
  • devono essere sempre associati ad una elettrovalvola normalmente chiusa


Nessun commento: