mercoledì 18 dicembre 2013

Striscia la notizia ed acqua al ristorante

Il Terrorismo di Striscia la Notizia e l'acqua al ristorante

Aggiornamento sulla nuova puntata del 7 02 14 clicca qui

Aggiornamento sulla nuova puntata del 17 03 14 clicca qui

 

Competenza in microbiologia :  scarsa

Ier sera, martedì17 dicembre, è andato in onda su un servizio sull'acqua potabile  trattata  servita ai tavoli nei ristoranti.

Questo il link al Video 

Estremamente lungo e fortemente  indirizzato contro questo tipo di prodotto.




Come al solito  l'approsimazione sia tecnica e scientifica di chi  ha realizzato il servizio è bassa bassa, mentre l'azione mediatica è sicuramente di impatto.

Dire che il ristoratore ha l'opportnità di vendere acqua demineralizzata  è FALSO.

1) Il ristoratore ha la facoltà di proporre acqua potabile trattata, informando il cliente  ai sensi del dl 181/2003
2) Pochissimi sono i ristoranti che forniscono acqua osmotizzata con pochi sali minerali, la stragrande maggioranza dei ristoranti  98 %  utilizza impianti di microfiltrazione che non modificano il contenuto salino

Prendere acqua dalla bottiglia  per l'analisi e l'acqua dal bagno per confronto  non ha nessuna valenza. Il prelievo deve essere fatto a monte del filtro e all'erogazione.  Prelevare dalla caraffa o dalla bottiglia è SBAGLIATO. 

AVREMMO GRADITO CHE  LE ANALISI FOSSERO  FATTE  DA UN PUBBLICO UFFICIALE 
- ASL - ARPA  O NAS -
CHE UTILIZZI I PROTOCOLLI SCIENTIFICI DEFINITI 

NON DI PARTE CON UNA SIGNORINA CON BORSETTA e SORRISO PER POI FARNE UN USO DI PURO TERRORISMO

1) la caraffa  può essere inquinata nell'ambiente, sul tavolo in mille maniere.  I NAS o ASL  quando fanno i controlli prelevano flambando (sterilizzando a caldo)  dal rubinetto

Dire che le analisi chimiche come responso abbia un valore cinque volte superiore alla norma è SBAGLIATO

1) non si tratta di analisi chimiche ma di analisi biologiche
2) la presenza di 2, 3o 5  UFC  (unità formanti colonie) anche se fuori parametro ( previsto Zero nel Dl 31/2001)  non è 2, 3 o 5 volte sopra la norma ma sotto Log1  quindi estremamente basso, non sanzionabile, una non conformità da mettere a posto.

Come al solito si tratta di terrorismo mediatico che non ha riscontro tecnico o scientifico.

Nei ristoranti, così come nelle mense la presenza di acqua alla spina è una realtà diffusa e affermata.
Le regole da seguire sono:

1)  Comunicazione alla clientele  sulla tipologia di acqua servita- ACQUA POTABILE TRATTATA
2)  Presenza di un piano HACCP per il controllo  e la gestione dei punti critici
3)  Rispetto dei valori del DL 312/2001 per la qualità dell'acqua erogata
4) Manutenzione periodica e sostituzione delle parti di consumo.
5) Pulizia degli erogatori
6) Utilizzo di caraffe trasparenti con collo largo, per facile lavaggio
7) Conservazione delle  caraffe in luogo protetto e riparato

per maggiori informazioni sul nostro sito  pagina normativa  Leggi di riferimento

Ovvio che la lobby delle acque minerali che hanno i loro interessi, che spendono  tanti soldi in pubblicità . Un altro episodio della  guerra dell'acqua

In Italia da anni esiste e lavora una associazione di riferimento AMITAP, che oprera per la corretta  prassi igienica e normativa degli impianti di acqua potabile trattata nei ristornanti e nel settore pubblico.






5 commenti:

costante trerè ha detto...

Suggerirei ai "controllori" di striscia di fare le stesse verifiche sulle fontanelle installate da molti comuni per la cosiddetta "acqua del sindaco" ma con le stesse modalità, prelevando cioè l'acqua dalle bottiglie o domigiane riempite dagli utenti. Sarei veramente curiso di conoscere gli esiti dopo la contaminazione avvenuta in tali contenitori.
Credo che i dispositivi siano eccelsi ma, come al solito, è l'imperizia o la superficialità degli utilizzatori a creare i problemi.

Anonimo ha detto...

Cosa vuol dire log1 ?

Anonimo ha detto...

Ma negli impianti delle bibite alla spina aranciate e tè,che usano lo stesso filtro chi controlla le cariche batteriche ? o se un batterio è nell'acqua è pericoloso,ma se ci metto del tè è innoquo ?

gwsonline ha detto...

Log 1 significa ordine di grandezza 10 volte superiore, log2 ordine di randezza 100. Nel caso spefico lo Staffelli palesa grande ignoranza.

A questa ignoranza si aggiunge anche uno spudorato e vergognoso utilizzo mediatico della falsità. I coliformi totali non rappresanto inquinamento fecale, sono ubiqui nell'ambiente, se la miss che ha fatto i prelievi a utilizzato una brocca a contatto con l'ambiente nulla vieta che ci siano nelle anailisi.
Sono gli escherichia coli gli indicatori di inquinamernto fecale. Non essendo presenti non ha senso quanto affermato.
Staffelli bocciato, torna a scuola!

Negli impianti di bevande alla spina la regola è la stessa, la carica batterica pericolosa per l'uomo deve essere nulla. Se la bevanda è preparata con acqua trattata, l'acqua deve rispondere ai parametri del DL 31/2001, mentre la bevanda in se fa riferimento alle norme alimentari

Stefano ha detto...

D'accordo con voi.
Su tutto.
Esprimere il concetto con maggiore attenzione alla grammatica italiana,renderebbe ancora più credibile la vostra sacrosanta opinione.
I correttori di bozze non sono per forza necessari !