mercoledì 18 dicembre 2013

Striscia la notizia ed acqua al ristorante

Il Terrorismo di Striscia la Notizia e l'acqua al ristorante

Aggiornamento sulla nuova puntata del 7 02 14 clicca qui

Aggiornamento sulla nuova puntata del 17 03 14 clicca qui

 

Competenza in microbiologia :  scarsa

Ier sera, martedì17 dicembre, è andato in onda su un servizio sull'acqua potabile  trattata  servita ai tavoli nei ristoranti.

Questo il link al Video 

Estremamente lungo e fortemente  indirizzato contro questo tipo di prodotto.




Come al solito  l'approsimazione sia tecnica e scientifica di chi  ha realizzato il servizio è bassa bassa, mentre l'azione mediatica è sicuramente di impatto.

Dire che il ristoratore ha l'opportnità di vendere acqua demineralizzata  è FALSO.

1) Il ristoratore ha la facoltà di proporre acqua potabile trattata, informando il cliente  ai sensi del dl 181/2003
2) Pochissimi sono i ristoranti che forniscono acqua osmotizzata con pochi sali minerali, la stragrande maggioranza dei ristoranti  98 %  utilizza impianti di microfiltrazione che non modificano il contenuto salino

Prendere acqua dalla bottiglia  per l'analisi e l'acqua dal bagno per confronto  non ha nessuna valenza. Il prelievo deve essere fatto a monte del filtro e all'erogazione.  Prelevare dalla caraffa o dalla bottiglia è SBAGLIATO. 

AVREMMO GRADITO CHE  LE ANALISI FOSSERO  FATTE  DA UN PUBBLICO UFFICIALE 
- ASL - ARPA  O NAS -
CHE UTILIZZI I PROTOCOLLI SCIENTIFICI DEFINITI 

NON DI PARTE CON UNA SIGNORINA CON BORSETTA e SORRISO PER POI FARNE UN USO DI PURO TERRORISMO

1) la caraffa  può essere inquinata nell'ambiente, sul tavolo in mille maniere.  I NAS o ASL  quando fanno i controlli prelevano flambando (sterilizzando a caldo)  dal rubinetto

Dire che le analisi chimiche come responso abbia un valore cinque volte superiore alla norma è SBAGLIATO

1) non si tratta di analisi chimiche ma di analisi biologiche
2) la presenza di 2, 3o 5  UFC  (unità formanti colonie) anche se fuori parametro ( previsto Zero nel Dl 31/2001)  non è 2, 3 o 5 volte sopra la norma ma sotto Log1  quindi estremamente basso, non sanzionabile, una non conformità da mettere a posto.

Come al solito si tratta di terrorismo mediatico che non ha riscontro tecnico o scientifico.

Nei ristoranti, così come nelle mense la presenza di acqua alla spina è una realtà diffusa e affermata.
Le regole da seguire sono:

1)  Comunicazione alla clientele  sulla tipologia di acqua servita- ACQUA POTABILE TRATTATA
2)  Presenza di un piano HACCP per il controllo  e la gestione dei punti critici
3)  Rispetto dei valori del DL 312/2001 per la qualità dell'acqua erogata
4) Manutenzione periodica e sostituzione delle parti di consumo.
5) Pulizia degli erogatori
6) Utilizzo di caraffe trasparenti con collo largo, per facile lavaggio
7) Conservazione delle  caraffe in luogo protetto e riparato

per maggiori informazioni sul nostro sito  pagina normativa  Leggi di riferimento

Ovvio che la lobby delle acque minerali che hanno i loro interessi, che spendono  tanti soldi in pubblicità . Un altro episodio della  guerra dell'acqua

In Italia da anni esiste e lavora una associazione di riferimento AMITAP, che oprera per la corretta  prassi igienica e normativa degli impianti di acqua potabile trattata nei ristornanti e nel settore pubblico.