venerdì 21 dicembre 2012

Filtri sull'acqua di casa per rimuovere l'arsenico servono ?

A distanza di un anno torna l'interesse sui filtri da applicare sull'acqua di casa per rimuovere l'arsenico, servono ?


A fine di dicembre scade la proroga concessa dall'Unione Europea sul valore limite della concentrazione di arsenico per dichiarare l'acqua potabile.Il limiti massimo di 10 mg per litro sarà tassativo per poter dichiarare l'acqua potabile.  l'Unione Europea non concederà più nessuna proroga. In parecchi comuni l'unica strada, visto che poco è stato fatto, sarà dichiarare l'acqua non potabile.  Come per l'anno scorso, sull'onda dell'emotività è nato un fiorente mercato per promuovere sistemi di filtrazione per la rimozione dell'arsenico dall'acqua del rubinetto.

Come abbiamo già scritto in passato sconsigliamo di rivolgersi ai venditori improvvisati che promettono le soluzioni più fantasiose.  L'osmosi inversa, detto e ridetto, ha un basso potere di abbattimento dell'arsenico presente nell'acqua del rubinetto essendo questo in forma trivalente.  La soluzione teorica migliore è quella  basata su resine a scambio  ionico selettive che rimuovano solo l'arsenico. Nella pratica questa tecnica diviene assai complessa nella gestione.  Come si fa a verificare che siano ancora efficenti ? Quale strumento indica la necessita della rigenerazione o meglio della sostituzione delle parti di consumo ?
Come deve essere dimensionato il filtro ?  Un filtro utilizzato per una piccola famiglia a Viterbo, può essere lo stesso utilizzato a Civita Castellana da una famiglia numerosa, la frequenza di manutenzione è la stessa ?

Se l'acqua fosse già potabile, le cose sarebbero molto più semplici, si saprebbe a priori che la concentrazione ammissibile è determinata e quindi al massimo terminata la funzione positiva il filtro male non fa. Con acque non potabili il cui limite varia e non è garantito il ragionamento non funziona.

Alcuni Sindaci, per risolvere il problema dell'arsenico presente nell'acqua potabile hanno fatto lo scaricabarile. Nel Comune di Tarquinia ad esempio vi è un ordinanza che obbliga il pubblici esercizi della ristorazione, alberghi compresi, a dotarsi di impianti per la rimozione dell'arsenico dall'acqua del rubinetto.
Oltre alla questione dei costi, accollati ad aziende, vi è poi il tema del reale funzionamento e della responsabilità di chi li gestice.

Se per esempio un albergo si dotasse di  un impianto per la rimozione dell'arsenico ( a sue spese ) e poi nell'acqua del rubinetto, nonostante il filtro, il valore supera il limite di legge  chi ne risponde ed in quali termini ? La legge è molto severa in questi casi oltre alle multe salatissime, vi è anche un riscontro penale. Già sentiamo ronzare la risposta tipicamente italiana, in questi casi per i controlli si chiuderebbe un occhio...

Stessa cosa vale per i settore domestico, se tizio si propone per vendere ed installarmi in casa un dearsenitizzatore e poi i valori di parametro sono fuori limite, (magari dopo 7/8 mesi) chi ne risponde ed in che termini ?

Il trattamento di potabilizzazione è cosa seria e non può essere gestito allegramente.

Un aspetto sicuramente sottovalutato è quello dello smaltimento delle parti di consumo, sono zeppe di arsenico, dove le mettiamo ? nel bidone della spazzatura ? Devono essere smaltite come rifiuto Pericoloso, con una procedura non semplice  ( ad esempio il trasporto non può essere fatto da chichessia )

La strada deve essere quella di imporre alla pubbliche amministrazioni di intervenire in maniera seria sul problema in generale.




lunedì 10 dicembre 2012

Distributori acqua per ufficio a Roma

Per i distributori d'acqua negli uffici a Roma potete rivolgervi a WTS srl, azienda seria e competente che da anni sviluppa un politica tesa a sostituire i boccioni d'acqua.  

erogatore acqua per ufficio

 

WTS si occupa esclusivamente di erogatori d'acqua per i luoghi di lavoro, siano essi uffici, mense, officine o capannoni.  Le colonnine vengono collegate direttamente alla rete idrica, dove un apposisto sistema di filtrazione rende l'acqua piacevole e sana  da bere.


Gli impianti collegati alla rete idrica presentano ovvi  vantaggi, risparmio, minor ingombri, acqua sempre disponibile,  i rischi non sono però da sottovalutare.  Tutti i sistemni di trattamento se non adeguatamente progettati e adeguatamente mantenuti s possono peggiorare anzichè migliorare la qualità dell'acqua erogata.

I sistemi proposti da WTS associano un filtro a Carbone Attivo impregnato di ioni d'Argento ad una lampada a raggi UV.  Il carbone attivo ha la capacità di rimuovere composti a base di cloro, ( anche i sottoprodotti della disinfezione) e migliorare le caratteristiche organolettiche dell'acqua. Gli ioni d'argento hanno la funzione di impedire la crescita microbica all'interno non solo del filtro ma di tutto l'impianto.
La lampada a raggi UV è battericida, assiucra che non ci sia carica batterica nell'acqua da bere.  WTS srl procede alla manutenzione ordinaria nibimo su base semestrale, per realtà di forte consumo anche su base trimestrale.
La manutenzione non si limita alla sostituzione delle parti di consumo, ma prevede la pulizia ed il lavaggio con apposita soluzione sanificante il circuito interno.

Colonnina a noleggio per ufficio
A Roma la qualità dell'acqua erogata dalla  rete cittadina varia da zona a zona,  una media generale dei parametri è possibile leggerla sul sito della ACEA.  Situazioni particolari possono essere dovute alla reti distributive a valle della responsabilità del gestore.  In questo caso, quando la qualità delle acque lo richiede, WTS ha la competenza per istallare sistemi di filtrazioni ad hoc ( ade sempio con rimozione delgli ossidi di ferro e dei metalli pesanti ).

La gamma degli impianti offerti a Roma da WTS è costiuita dal Modello IBIS che eroga acqua liscia e fredda,  sistema che sostituisce in toto il classico sistema a boccioni d'acqua.  Per gli amanti del frizzante sono disponibili i modelli ALBATROS, sempre a colonnina oppure il modello Rondine da poggiare  su di un banco.  In questo caso nel canone di noleggio è compresa la fonitura senza limiti del gas necessario a rendere frizzante l'acqua.
Per le officine  ed i capannoni vengono proposte le fontanelle, con spiccate caratterisitche d'igiene.

WTS è innovativa anche nella proposta commerciale, è l'unica azienda a Roma che non chiede vincolo di durata del contratto o caparre. l'installazione degli erogato collegati alla rete idrica è a carico di WTS

Per contatti utilizzare il nostro indirizzo generale, oppure rivolgersi alla nostra sede di roma
Via Migliarini 16- Roma  tel Tel 0672677050


La lista delle referenze a Roma è ampia, alcuni nomi:

Sede nazionale ARCI
Sede nazionale Legambiente
UNITALSI
Energetica
UCEI
Le Formiche
Cooperativa La Pira
Caparol
SILKEN


sabato 1 dicembre 2012

Acqua e OMS

Il nuovo DM 25 del marzo 2012  raccomanda per la promozione degli impianti di trattamento dell'acqua potabile di prendere a riferimento testi scientifici della comunità internazionale. Nei fogli illustrativi, nei manuali, le affermazioni sull'efficacia o meno per la salute umana non può essere una generica affermazione, ma deve essere supportata da una evidenza scientifica terza.

Il testo del DM 25 cita l'Organizzazione Mondiale della Sanità come uno dei soggetti a cui è possibile fare riferimento.

Per chi volesse approfondire l'argomento è possibile scaricare il documento in inglese sulle linee guida generali del WHO (OMS in inglese) dell'acqua destinata al consumo umano.

Interessante il capitolo dedicato al tema dell'influenza della durezza dell'acqua  sulla salute umana, nel quale viene riportata una correlazione positiva tra durezza e diminuzione di malattie cardiocircolatorie e più in generale cronico-degenerative.

Un'altro articolo sul tema lo si può trovare sul nostro sito GWS