domenica 23 settembre 2012

Richiamo macchine dell'acqua Beghelli

Sabato 21 settembre 2012 sui maggiori quotidiani  nazionali è comparso  l'annuncio della  Ditta Beghelli che  richiama alcuni lotti  di "Macchine dell'acqua"  perchè potenzialemente  pericolose.
Dalle  scarne informazioni  sembra che una valvola di sicurezza abbia un difetto e  non sfiati in maniera opportuna lasciando la bottiglia in PET sotto  elevata pressione.

Per gasare l'acqua a temperatura ambiente, con la sola spinta del co2  sono necessarie  pressioni elevate.
All'interno del cilindro in alluminio, l'anidiride carbonica è in fase liquida,  circa 60 bar a temperatura ambiente, un riduttore  di pressione la  porta tra  i 6 e gli 8 bar all'interno della  bottiglia in PET.  Pressioni maggiori possono lacerare la bottiglia. con rischi elevati per la salute umana,  un volume di gas  di 1 litro che esplode alla  pressione di 8 bar  ha una forza dirompente, su ogni cm2  vi è una forza  pari circa a 8 kgf.
La  superficie  di una mano è di 50 cm2, e riceverebbe quinti una spinta pari a 400 kg !!!

Le bottiglie  in PET di  tutti  i gasatori  devono essere sostituite  regolarmente  rispettando la scadenza  posta su di esse  ( quelle in vetro infrangibile no ).  Le bottiglie sono soggette ad un lavoro a fatica, metti pressione, togli pressione,  con cicli continui, che legati al tema della cristallizzazione dei polimeri porta a cedimenti  con rischi di lacerazioni e scoppi delle bottiglie quando sono sotto  pressione montate sui gasatori.

Non  vi è nessuna necessità di creare allarmismo inutile, decine di milioni sono i gasatori utilizzati  in tutto il mondo, seguire le  indicazioni dei costruttori è cosa importante.