sabato 12 maggio 2012

Everpure OCS2 e polifosfati


Gli erogatori di bevande calde  collegati alla rete idrica hanno la  necessità di proteggersi  dal calcare.
E' risaputo che l'acqua  calda  fa precipitare il carbonato di calcio che  crea  problemi di  trasmissione termica (  si riduce ) e rovina gli attuatori  elettromeccacnici. (  Elettrovalvole, pompe  etc. )
Le soluzioni per ridurre  l'impatto negativo del carbonato di calcio  possono essere diverse.  Addolcitori, Osmosi inversa, Inibitori,  Condizionatori magnetici.
Ognuna ha  i suoi punti di forza  e  nello stesso tempo  di debolezza.
Il filtro Everpure  OCS2 è  n ottimo  filtro che migliora le  caratteristiche  organolettiche  dell'acqua e nello stesso tempo inibisce la precipitazione del  carbonato di calcio.  La sua applicazione però non può essere universale
La  parola inibisce  deve essere spiegata bene.
Il calcare non viene rimosso,  gli viene impedito  di aggregarsi nella  sua forma amorfa e quindi rimane in  soluzione all'interno dell'acqua.  Per far questo si introducono all'interno dell'acqua dei polifosfati.
Per una lavatrice la  presenza o meno di polifosfati non incide  gran che, al massimo nel  tempo  si genera  una patita molto  dura sulle  superfici a  contatto  con l'acqua  ricca di polifosfati.  L'introduzione di polifosfati è una tecnica molto comune nel settore tecnico,  -vedi caldaie  domestiche-
Per l'acqua destinata la consumo umano la cosa è assai  diversa.  La presenza di polifosfati non  è  certo positiva.  La legge  impone, per l'acqua destinata al consumo umano, di non superare i 5  ppm  , ossia  5 milligrammi per  litro d'acqua.
Se il sistema di filtrazione è per  una macchina che eroga  tazzine di cafe, magari in un ufficio,  un sistema a polifosfati è tollerabile,  la quantità d'acqua introdotta  all'interno dell'organismo è minima.  Si protegge l'impianto e non  si reca un gran  danno alla persona.
Se invece  si utilizzasse  un sistema  di filtrazione con polifosfati per fornire  acqua destinata al consumo umano  per ovviare la precipitazione del calcare si  mette  a rischio la  salute umana, in quanto nel tempo l'assunzione di polifosfati  diventa significativa.
Nei  Bar  e  nei Ristoranti l'utilizzo di cartucce  con polifosfati  è pressoché  nulla, si  preferisce nella stragrande maggioranza  il sistema con Resine a scambio ionico.
Per tutti  gli impianti domestici che  fornsicono acqua liscia, fredda e  frizzante e  nel contempo hanno la  parte calda per fare cafe, cappuccini e the  sconsigliamo vivamente  di utilizzare  una cartuccia  comune.  Se l'acqua in ingresso è molto calcarea sarebbe meglio  utilizzare  un  filtro  tipo  Everpure ESO6  che si  basa sul  principio  dello  scambio ionico  e quindi rimuove il calcare  senza  introdurre polifosfati.
La cartuccia  Everpure OCS2 è destinata al settore vending e non  dovrebbe  essere utilizzata come filtro generale sia per  la parte calda che  fredda  di un impianto.  Al massimo si può pensare di utilizzare due diverse  cartucce,  una tipo  Everpure 2DC  per l’acqua da bere, e  l'altra  Everpure  OCS2  per  l'acqua calda.
Va ricordato che  entrambi le  cartucce   devono essere sostituite, come indica la casa  madre, ogni 12 mesi dal  momento della  prima installazione

Nessun commento: