lunedì 6 febbraio 2012

Treviglio, acqua potabile con Cloroformio

Dal Corriere della Sera di venerdì 3 febbraio leggiamo un caso allarmante di inquinamento sui pozzi della falda acquifera di Treviglio.
L'acqua risulta contaminata dal Cloroformio in misura inferiore ai parametri di potabilità ma superiore alla soglia di allarme che impone per legge, la bonifica della falda.
Al momento però nulla si muove, ARPA, Cogeide ( gestore ) e ASL si rimpallano i compiti di intervento.
Capire quale sia la fonte di questo inquinamento non è semplice, ma deve essere assolutamente fatto. La presenza di trialometani non è cosa buona.

I filtri a Carboni Attivi hanno la capacità di rimuovere questi composti ( spesso presenti come sottoprodotti di disinfezione )

Casi similari in Italia sono molto diffusi, è significativo che poco appaia sulla stampa, il "potere" economico delle Mutiutility è forte.

Nessun commento: