mercoledì 12 ottobre 2011

Le iene, l'acqua nei ristoranti e la carica batterica


 Il post sul servizio IENE sull'0smosi inversa è a questo indirizzo




Per questa sera è prevista, mercoledì 13 0tt0bre la messa in onda, durante la trasmissione "le Iene" di un servizio sull'acqua servita in caraffa nei ristornati.

Le anticipazioni parlano di controlli a campione su 10 ristoranti in cui risulterebbe che in 9 casi l'acqua risulta più "sporca" fino a 20 volte l'acqua potabile.

Già in passato Altrocosnumo aveva fatto una inchiesta analoga a Roma , con percentuali simili.
Giustamente, veniva sollevato il tema della qualità dell'acqua, con grande enfasi per tutti queli locali fuori norma, mentre non veniva preso in considerazione il caso del ristorante a norma.
Lo scandalismo serve a far rumore, ma poco si cura di analizzare i dati e di indicare le buone pratiche per un servizio migliore. Non a Caso in quell'inchiesta di Altroconsumo, il ristoratore a norma, con lerogatore d'acqua alla spina, era seguito da una ditta seria, Keep in Touch, che è associata ad AMITAP l'associazione die manutentori di impianti per il trattamento dell'acqua potabile. ( il filtro monta un Everpure 4DC ed una lampada UV )

Ci capita a volte di vedere situazioni fuori norma, ristoranti con filtri "dubbi" non autorizzati dal Ministero della Salute, Locali con erogatori d'acqua senza regolare manutenzione ( perchè costa ) ma questa è una infima minoranza. Per esperienza diretta ad esempio nella provincia di Genova, su circa 500 impianti, ben 450 sono seguiti con regolare manutenzione da ditte serie.

Il tema della carica batterica è spesso utilizzata a sproposito.
1) il prelievo dai rubinetti deve essere fatto flambandoli. Se non si sterilizzano al momneot del prelievo l'acqua viene ovviamente contaminata dall'ambiente.

2) il prelievo deve essere fatto da personale competente, altrimenti si "inquinano le prove"

3) soprattutto bisogna leggere in maniera competente i risultati. La legge in vigore, Dl31/2001 impone assenza di carica patogena, ossia controllo dei parametri indicatori, ossia Escherichia coli, Coliformi ed Enterococchi. ( ma se l'acqua in ingresso ne è priva, questi non possono formaesi per autogenesi....) La carica batterica non patogena a 36 ° gradi deve essere massimo 10 UFC, mentr quella a 22°C non deve avere variazioni anomale. Per i saputelli scandalistici, non sapendo cosa significa variazione anomale prendono come riferimento il valore 100 UFC che non significa nulla. L'acqua senza cloro può avere un incremento della carica batterica, ma questo è un fatto assolutamente normale. La carica batterica non patogena è presente ovunque, anche nel nostro organismo ed è un fatto assolutamente NORMALE. Un aumento fino a 400/ 500 UFC è cosa assolutamento NORMALE, oltre è bene intervenire con manutenzione e cambio filtri.
Le variazioni anomale sono quelle che non sono giustificate dall'assenza di cloro ( ! )

I filtri utilizzati da GWS sono tutti dotati di Lampada UV che grantisce un acqua sterile dopo il filtro.

I ristoranti seguiti da GWS con regolare contratto di manutenzione hanno impianti a norma e con cadenza semestrale o quadrimestrale hanno sotituzione delle parti di consumo e pulizia macchina.

Se nelle anticipazioni si parla di un ristornate a Norma su dieci, siamo pronti a scommeterci che le Iene non si porranno la questione del perchè...

Nessun commento: