venerdì 30 settembre 2011

Pre filtro. filtro e post filtro


Nel mondo del trattamento acqua si usa un gergo proprio che a volte non coincide con la terminologia scientifica. Ad esempio utilizzaimo spesso il termine "filtro a sedimenti" per indicare il filtro che rimuove le parti in sospensione, ossia un filtro meccanico con maglia fine. Nel linguaggio corretto sarebbe bene dire "filtro del particolato".
In alcuni casi si eccede con terminolgia fuorviante, ad esempio con il termine depuratore domestico... l'acqua dell'acquedotto è già potabile....

Il termine pre filtro indica un filtro che ha la funzione di proteggere il cuore dell'impianto di trattamento acqua, sia esso ad osmosi iversa sia esso a micorfiltrazione. Il pre filtro può essere a "sedimenti" o a carbone attivo in granuli ( GAC ) o estruso ( carbon block ). Ci capita di vedere impianti assemblati senza senso, ad esempio quando il il filtro a sediementi è posizionato prima del filtro a carboni attivi in granuli.
Per gli impianti di microfiltrazione il prefiltro ha lo scopo di rimuovere il "grosso" e proteggere il filtro, soprattutto da possibile intasamento dovuto a limo o parti in sospensione. Si utilizza il concetto dell'imbuto, ossia filtri a sedimenti con maglia maggliore o comunque uguale del filtro a seguire. I prefiltri non richiedono una qualità elevata, hanno lo scopo di sgrossare l'acqua in ingresso. Esistono filtri "asiatici" validi ad un prezzo contenuto

Il filtro generalmente è il cuore dell'impianto, diverse possono essere le tipologie a Carbone attivo , Ceramico, a Membrana, a resine o altro. Il filtro svolge la funzione principale per il quale è stato studiato l'impianto. Molto diffusi sono i sistemi a Carboni attivi, che rimuovono il cloro è i suoi derivati, e migliorano le caratteristiche organolettiche dell'acqua.
In questo caso la qualità del sistema di filtrazione deve essere assoluta. Everpure, Omnipure, Filtec etc..

Il post filtro deve essere utilizzato quando il filtro, ossia il cuore dell'impianto, non riesce a produrre acqua equilibrata da un punto di vista organolettico, o c'è il rischio che il filtro rilasci sostanze in sospensione. Classico è il caso dell'osmosi inversa. in molti impianti è presente un post filtrio a Carboni per riequilibrare il gusto dell'acqua. Altro caso assai diffuso è un post filtro a Sedimentia maglia fine ( 1 - 5 micron ) per trattenere polvere di carbone dei filtri GAC.
Il post filtro è un componente assai critico, deve essere di assoluta qualità per garantire che l'acqua filtrata mantenga le sue caratteristiche. Il nosto consiglio è di scegliere prodotti Omnipure, costosi, ma di qualità certa e garantita. Il prezzo di un filtro Omnipure può essere anche quattro volte superiore ad un filtro cinese, ma ne vale la spesa

Nessun commento: