mercoledì 27 luglio 2011

Utilizzo dei filtri a Carbone attivo con Polifosfati

Il Carbonato di Calcio è una brutta bestia per tutte le applicazioni tecniche, precipitando si deposita su tubature, organi meccanici, scambiatori di calore riducendone l'efficienza.
Il Carbonato di Calcio precipita alla pressione atmosferica introno ai 44 °C ( fenomemno legato all'evaporazione/separazione della C02 ).

Nel nostro campo gli organi più sensibili all'incrostamento da calcare sono le Pompe a Palette, le elettrovalvole ad azionamento diretto, le valvole di sicurezza e quelle di ritegno. Chi utilizza impianti per erogare acqua calda ha sicurmanente problemi moggiori.

Per ridurre l'incidenza negativa del calcare una soluzione è utilizzare sali di polifosfati disciolti in acqua. Questi sali si "sotituiscono" alla Co2 ed inibiscono la precipitazione del Calcare. Quindi la durezza non cambia, la quanità di sali disciolti rimane la stessa. Se l'acqua evapora il calcare si deposita !

I polifosfati sono nocivi alla salute umana, devono essere dosati in maniera attenta e non superare i 5 ppm per mantere l'acqua nei parametri di potabilità. ( riuscire a dosare in maniera costante questa quantità con dispositivi a basso costo non è semplice )

Le cartucce a Carbone Attivo con sali di polifosafti negli impianti ad osmosi inversa vengono messe prima della pompa a palette. Il loro scopo e rimuovere il cloro che danneggia la membrana e nello stesso tempo impedire che il calcarepossa causare il blocco della pompa.
Consigliamo di acquistare filtri di marca, ditte certificate, ad esempio Omnipure o Everpure

Le Membrane ad osmosi inversa hanno la capacità di rimuovere il 96 % dei polifosfati presenti nell'acqua, quindi una quantità minima quale è 5 pp viene totalmente rimosssa dalla membrana.

Attenzione ! la valvola di miscelazione deve essere posta a monte del filtro, se così non fosse parte dei polifosfati vanno poi al rubinetto ....

Le macchine per il caffe domestiche utilizzano filtri a polifosfati che vanno poi direttamente nell'acqua per il caffe, non è una bella cosa. Eludono la normativa sulle acque potabili in quanto si tratta di alimento e quindi seguono normative diverse.

Le acqua con Carbonato di calcio NON sono dannose per la salute umana, su questo punto vi rimandiamo ad un nostro articolo sul tema.

4 commenti:

Ettore Staglia ha detto...

Non capisco, se bevo un caffe i polifosfati vanno bene, se bevo acqua no. che senso ha ?

Anonimo ha detto...

quanlcuno dice che i polifosfati non si possono togliere dall'acqua ripotabilizzandola... se qualcuno avesse convinzioni diverse sarei interessato a sentirle

gwsonline ha detto...

La rimozione dei polifosfati è possibile con l'osmosi inversa.
Se il dosatore di polifosfati è mnesso all'ingresso della rete di tutto l'appartamento ha senso sotto il lavello installare un impianto ad osmosi inversa e quindi "ripotabilizzare l'acqua"

Anonimo ha detto...

Quali apparecchiature esistono in commercio eccetto depurazione a sale e a polifosfati x migliorare la proprio acqua in casa ( NON NOCIVI ALLA PERSONA ? )