venerdì 3 giugno 2011

Un difetto non banale sui frigogasatori

In alcuni impianti frigogasatori abbiamo riscontrato un difetto di progettazione che in caso di gausto concomitante rende l'impianto non riparabile.

Nel caso di "ghiacciamento" per rottura del termostato o della sonda PTC di temperatura succede che il polmone di Co2 conteuto all'interno del saturatore "assorbe" l'aumento del volume dell'acqua contenuta.
Questo purtroppo non si verifica quando in concomitanza è finita la bombola di co2. In questo caso essendo assente il polmone di Gas succede che l'aumento del volume dell'acqua spacca letteralmente tutto.
I frigogasatori che hanno un saturatore in acciaio inox saldato resistono allo shock mentre quelli ultracompatti dove la serpentina dell'acqua liscia è annegata all'interno del saturatore patiscono seriamente. Nel caso di schiaccimanto della serpentina deve essere cambiato tutto il saturatore che in alcuni casi è solidale con il circuito frigo. In quei casi non resta che rottamare l'impianto.

I vari costruttori hanno due strade di fronte, ( oltre a verificare la qulità della componentistica e abbassare la soglia di difettosità sotto lo 0,5% ) o ridurre talmente il costo dell'impianto per gestirne la sostituzione senza svenarsi, oppure progettare impianti in cui la riparazione in caso di guasto non sia difficile ne costosa.

La rottura di un termostato o di una sonda di temperatura può capitare, con poche decine di € si ripara il tutto sempre che la mania di rimpicciolire e di risparmiare qualche € non porti il produttore a conseguenze future nefaste.

Prevedere uno sfogo in fase di "giacciamento" per gli impainti compatti non sarebbe male

2 commenti:

Anonimo ha detto...

salve,
no sò come possa essere possibile che si ghiacci tutto a causa della rottura di un termostato o della sonda... visto che SE SI VERIFICA UNA ROTTURA SIMILE IL COMPRESSORE NON HA L'IMPUT DI ACCENDERE e di conseguenza è molto difficile che si ghiacci tutto...

gwsonline ha detto...

Purtroppo le sonde PTC e NTC sono collegate alla scheda elettronica e non sono il classico termostato meccanico. Si guastano e vanno in "deriva" non comunicando correttamente. Quindi kla macchina si ghiaccia.