martedì 19 aprile 2011

Bottiglie acqua alla spina nella ristorazione


Nei ristoranti è sempre più diffuso l'utilizzo di impianti per il trattamento dell'acqua potabile.
Con gruppi di frigogasatura abbinati a sistemi di filtrazione è possibile servire ottima acqua, fresca pulita, a km zero.
L'acqua alla spina per essere sempre di ottima qualità deve utilizzare impianti di qualità, con materiali idonei e certificati ( DM 174/2004 ) per il contatto con l'acqua destinata al consumo umano.
Inoltre gli impianti devono essere mantenuti constantemente, le parti di consumo vanno cambiate e il circuito lavato con appositi sanificanti. ( esiete una associazione di manutentori che opera con qualità mel settore www.amitap.it )
I ristoratori per servire l'acqua in tavola utilizzano caraffe o bottiglie.
Questo potrebbe essere un punto critico della filiera. I contenitori devono essere sterili e puliti.
Per far ciò è necessario seguire alcuni concetti elementari.

1) Il contenitore deve essere di facile lavaggio. Quindi con collo largo
2) Il contenitore deve essere conservato in luogo protetto da polvere e inquinanti vari.
3) Il contenitore deve essere di facile ispezione.
4) Il contenitore deve avere la dicitura "acqua potabile trattata" o "acqua potabile trattata e gasata"

Le acque minerali quando utilizzano il Vuoto A Rendere, ( VAR ) in bottiglie di vetro seguono passaggi scrupolosissimi per garantire l'igenicità della bottiglia. I passaggi, lavaggi e controlli sono ben 17 !

Nelle acqua non confezionate, il tema della pulizia non può essere trascurato. Immaginate che al ristorante per divertimento qualcuno infili un corpo estraneo all'interno della caraffa/bottiglia. Questo deve essere assolutamente rimosso. Come fare a vederlo se la bottiglia non è trasparente ? basta un risciaquo o un giro in lavastoviglie per garantire sempre lo smaltimento ?
Se il collo è stretto, come fare a garantire che non il lavaggio sia effettivamente efficace ?

Crediamo fortemente che le brocche debbano essere a collo largo, trasparenti, con la dicitura acqua potabile trattata.

Sconsigliamo i colori blu notte che fanno sembrare tutto sempre pulito, perchè non si vede attraverso.

Discorso a parte riguarda coloro che sigillano la bottiglia con un tappo per renderla simile alle acqua minierali in bottiglia. La legge nel caso parla chiaro, NON è consentito, serve ad illudere il cliente finale, ma purtroppo non vengono nemmeno rispettate le norme per l'imbottigliamento.
Non vi è indicata sulla "finta" bottiglia la data di imbottigliamento, i locali non sono sterili, la dicitura spesso è assente.

Nessun commento: