sabato 26 marzo 2011

Deroga Europea per il limite dell'arsenico nell'acqua

In data 25 marzo l'Unione Europea ha concesso una deroga al limite di 10 microgrammi per litro portandola a 20.
Il termine della deroga scade il 31 dicembre di quest'anno.

Rimuovere l'arsenico dall'acqua non è semplice. Lo sappiamo, bene. Ma è possibile e deve essere fatto. Riportare il livello di "legge" ad un valore ammissibile " risolve "problemi di coscienza ed è un invito alla pigrizia.

La fobia scatenata in questi mesi ha prodotto un trauma nella popolazione, da un giorno all'altro ci si è svegliati sapendo di aver bevuto acqua dannosa per la salute umana per decenni. senza che nessuno lo dicesse in maniera chiara. La fiducia nella pubblica amministrazione locale ha subito un crollo. Oggi un secondo trauma, ci si dice che va be, si può andare avanti. Secondo crollo nella fiducia delle istituzioni europee.

Chi ci guadagna con atteggiamenti così scomposti ?

Diffidate di chi propone il filtrino anti arsenico.
Diffidate di chi si approfitta della paura delle genti per speculare.

Trattare acqua NON POTABILE e renderla POTBILE, è cosa seria, abbiamo ricevuto e continuiamo a ricevere proposte di prodotti magici.
Esistono prodotti sicuri ed efficaci, ma non possono essere applicati ad occhi chiusi. Non basta acquistare ed installare....
Deve essere analizzata l'acqua a monte, a valle e verficata costantemente.

Se l'acquedotto garantisce un limite massimo, si può dimensionare il filtro o sistema per un volume totale di acqua trattata, e quindi intervenire dopo apposita segnalazione da parte di un contalitri.

Se l'acquedotto non Garantisce un limite massimo, come si fa a verificare la raggiunta capacità filtrante ? come si può impostare una ragionevole durata ?

Nessun commento: