mercoledì 21 ottobre 2009

manutenzione fai da te

Su alcuni canali televisivi compare uno spot che invita a comprare impianti per il trattamento dell'acqua potabile.
Il messaggio, oltre a reclamizzare il prodotto, invita il cliente a fare la manutenzione dell'impianto in maniera autonoma.
Sarei curioso di conoscere la procedura che viene consigliata. Procedere alla pulizia di un impianto e alla sua sanificazione non è cosa banale.
Generalmente si procede con la rimozione delle parti di consumo, l'iserimento di sanificanti a mezzo di appositi dispositivi, quindi a cicli di lavaggio.
Quindi si introducono le nuove parti di consumo e si sciacquano abbondantemente.
Va detto che ogni macchina ha poi le sue specificità.
In passato mi è capitato di vedere un impianto Electrolux costruito per il settore domestico.
Parecchi erano gli accorgimenti per far fare la manutenzione in autonomia. alla fine tutti i clienti preferivano farsela fare da un tecnico di zona.
Sono assai scettico su questa impostazione commerciale, si rischia di banalizzare una parte importante per mantenere in efficienza l'impianto.

2 commenti:

Werner Ebner ha detto...


Heya i am for the primary time here. I found this board and I find It truly helpful & it helped me out a lot. I'm hoping to present one thing back and help others such as you helped me. google mail sign in

Hendrik Friedheim ha detto...


These are in fact wonderful ideas in regarding blogging. You have touched some fastidious factors here. Any way keep up wrinting. gmail login email