venerdì 2 gennaio 2009

Acqua osmotizzata fuori legge ?

Accade di tanto in tanto che rivolgendosi ad un laboratorio di analisi ( sia esso pubblico o privato ) il responso del tecnico sia drastico : "acqua non potabile" inadatta al consumo umano.

Se la motivazione è dovuta alla presenza di una forte carica batterica, nulla da dire. Non resta che procedere alla pulizia dell'impianto con un lavaggio e trattamento di sanificazione.

Se la motivazione è dovuta alla bassa presenza di sali nell'acqua erogata, molto probabilmente il tecnico di laboratorio non conosce la normativa vigente. La legge pone dei valori di parametro tassativi, e dei valori di parametro indicativi.

Al momento attuale il parametro dei 15°f francesi, ossia di una durezza minima in erogazione, è solo indicativa.

Tutti gli altri parametri fissano un valore max, ma non minimo.

Bere acqua osmotizzata è una scelta, ( che deve essere fatta consapevolmente ) assolutamente libera .

( Molte acque Oligominerali sono con valori del tutto simili all'acqua osmotizzata, e sono perfettamente sane ! )

Altro discorso si deve fare nel caso l'impianto "ceda" all'acqua in passaggio micro inquinanti, in questo caso bisogna chiedersi se l'impianto sia buono o meno....

per maggiori informazioni visitate la pagina sull'osmosi

Aggiunta del 28/11/2012

Il nuovo DM 25 del marzo 2012 modifica in maniera sostanziale la questione, l'acqua osmotizzata di persé non ha limitazioni, devono essere rispettati i parametri di potabilità del DL 31/2001.
Un punto controverso può essere la questione dell'acidità dell'acqua prodotta dagli impianti ad osmosi. Il pH può scendere anche sotto il valore di parametro indicativo 6. Le legge precisa che tale parametro deve essere considerato qualora l'acqua sia "aggressiva".

Le acque osmotizzate hanno con il nuovo decreto tutta la loro dignità, chi vuole bere leggero è libero di farlo.
Chi propone impianti deve mettere il possibile compratore di valutare le caratteristiche particolari di questa acqua. E' vietato presentarla come unica e imprescindibile acqua destinata al consumo umano, chi viola questa indicazione rischia multe sino a 120.000 €

Per maggiori informazioni sulla parte normativa

10 commenti:

Anonimo ha detto...

Ma l'acqua che uso per il ferro da stiro è potabile ?

Anteo ha detto...

L'acqua che normalemte si utilizza per il ferro da stiro è acqua demineralizzata, ossia priva di sali minerali.
A norma di legge è potabile, a norma di buon senso no.
Utilizzare acqua osmotizzata ( e qui colgo la provocazione ... ) deve essere una scelta consapevole non legata ad una moda o alla difficoltà di dire di no al venditore.
Un'acqua con contenuto minimo di sali minerali, è fortemente diuretica. Quindi non solo non apporta sali, anzi li rimuove dal corpo umano...
Bere solo acqua osmotizzata può essere nocivo.

Anonimo ha detto...

Anteo mi spiace contraddirti ma l'acqua osmotizzata è l'unica acqua pura da : microinquinanti e veleni nocivi come cianuro,nitrati che si trasformano in nitriti e sono quindii cancerogeni,pura da batteri in quanto il sesto modulo è un componente con led UV,è pura da calcare,è pura da idrocarburi e solfuri e da acidi come il cloro che deve essere assente il quale è molto velenoso.

pensa che siamo fatti quasi interamente da acqua e l'unico mezzo per purificarci/depurarci è solo l'acqua,e se l'acqua è tossica come quella delle bottiglie* e come quella degli acquedotti come potremmo mai depurarci?
ci ammaliamo di calcolosi perchè doveva essere un caso? diciamolo che invece è colpa dell'acqua...è verò esistono i calcoli anche da acido,appunto,il cloro..quindi tutto ruota attorno all'acqua..
e poi aspetta,mi spiace ma,dovresti saperlo che l'OSMOSI è ciò che i tuoi reni fanno quando bevi l'acqua marcia poichè non devono far passare i veleni,gli acidi,il calcare e quindi tutti gli elememti inorganici di cui l'acqua dell'acquedotto e delle bottiglie è satura non sono minimamente assorbibili dal nostro organismo,mentre esso ha bisogno di sali minerali provenienti da fruta e verdura,ove si trovano i minerali ORGANICI e cioè completamente assorbibili ed assimilabili dal nostro povero corpo che non ragiona con la Legge dei DEcreti i quali stabiliscono la SOGLIA di guida o di limite,ma esso ha solo bisogno di dare ad ogni singola cellula umanna dell'acqua pura visto che ogni cellula ne è circondata e ne è piena. ma qualcuno si lascia trasportare dalla legge che se domani cambia la SOGLIA esso si adegua e dorme tranquillo...coi nitrati in corpo. malattie di ogni genere nonchè cardiovascolari ma anche l'Alzheimer senza tralasciare i piccoli brufoli; ogni cosa del nostro corpo deve essere depurata,il corpo non ascolta i politici o i filosofi,ma solo i bisogni propri.

* io ho analizzato acque in bottiglia che dichiaravano un residuo fisso e invece ne avevano il 70% in più,non dichiarato, anche le migliori acque. ma un dato sconcertante è anche quello che i Comuni pur di rendere felici-e-fessi i cittadini-ignoranti dicono loro ciò che si VOGLIONO sentir dire: l'acqua del nostro paese è ottima,perfetta.

Buona minestra a tutti! coi nitrati cancerogeni.

simone

anteo ha detto...

Grazie per l'intervento, può aiutare a capire alcuni concetti.
Dire che l'acqua priva di inquinanti sia salutare, è una ovvietà.
Sostenere che l'acqua adatta al consumo umano è quella priva di sali minerali è ad oggi una teoria senza dimostrazioni scientifiche. L'apporto salino presente nell'acqua, regola diverse fuznioni nel corpo umano.
Ad esempio la diuresi, in presenza di acqua senza sali, viene fortemente stimolata, e questo in ceti casi non è positivo per la salute umana.
Detto questo vale anche il concetto che tanti sali disciolti producono un fenomeno opposto...
Altro aspetto, è la capacità di filtrazione del sistema ad osmosi Inversa. In presenza di alcune sostanze è l'unico sistema per poterle rimuoverle ( ad esempio i nitriti...)
Questi tre concetti sono distinti e tutti validi, ne segue che è sbagliato condannare l'osmosi inversa, come è sbagliato osannarla a priori come sistema capace di fornire acqua perfetta, quasi fosse acqua miracolosa.
Ribadiamo la nostra posizione, l'osmosi deve essre una scelta consapevole.

Anonimo ha detto...

Ciao Anteo...passavo di qui prima di andare ad analizzare le varie acque che un mio potenziale cliente ha in casa,compresa quella del rubinetto.

Volevo aggiungere questo:

se ci fosse bisogno di capire perchè non ci servono i minerali INORGANICI contenuti in qualsiasi acqua,appunto si deve capire cos'è ORGANICO E COSA NON LO È. quindi non assimilabile dal nostro organismo.

se poi ci fosse bisogno di questi sali o minerali inorganici per "star bene",allora basterà andare a Bressanone ad esempio e chiedere agli abitanti come mai si accontentano solo di 22,1 mg/l di minerali disciolti in acqua. in pianura se ne hanno da 200 a 700 ad esempio e fanno male proprio perchè non sono organici.
uno scienziato,Andreas Fellin,dopo accurati studi e ricerche e test su acqua ed esseri umani è arrivato a concludere che il nostro organismo non ha "bisogno" di un'acqua che contenga più di 30 mg/l di residuo fisso; dove i nitrati sono assenti e anche i veleni come arsenico e cianuro,pochissimi metalli pesanti; un'acqua pura ha il potere di pulire,poichè non è satura.
ad esempio il sistema ad osmosi che ho installato a casa mia è tarato per dare un'acqua contenente un residuo fisso di soli 20 mg/l circa...sicuramente i miei reni,il mio sangue,il mio cervello,i miei polmoni,il mio fegato e tutto il mio corpo come anche la pelle,i denti e le ossa non mi invieranno una lettera per ordinare del Selenio o del Cianuro o del Cloro che ingeriti o bolliti modificano la loro struttura divenendo "attivi" e quindi il loro stato peggiore a quello precendente alla bollitura/assunzione.

Ciao da Simone

Anteo ha detto...

Ciao Simone,

continui a far confuzione tra sostanze nocive, arsenico, selenio, nitrati e sostanze disciolte nell'acqua.
Citi Bressanone, e forse non sai che in quella valle insieme a val Varaita e Val Maira in Piemonte nelle scuole elementari sino a poco tempo fa si somministrava pastigle con dello iodio per far fronte alla totale carenza di quel sale nell'acqua e nell'alimentazione ( vivevano a ciclo chiuso ) tale carenza porta il Gozzo...
Il fatto che i sali non siano assimilabili da corpo umano non significa che nell'acqua non abbiano una funzione... tra l'altro lo dici tu stesso quando regoli il tuo impianto a 20 mg/l. POchi si tanti no? quale è la soglia ? è per tutti uguale ? dipende dall'alimentazione ? dall'età ? dal tipo di attività fisica ? dal prorpio patrimonio genetico ?
Adesso ti do una dritta, bere acqua con pochi sali, in un certa certa categoria di persone favorisce la formazione dei calcoli ! sembra strano ma è così.
Visto che vendi, cerca di fare una vendita non emotiva, ma più tecnica, consigliando i clienti a secondo delle loro reali esigenze.

Anonimo ha detto...

Scusate,se anch io intervengo sull acqua che esce dai nostri rubinetti.Anche se realmente viene analizzata e trattata con il cloro prima di essere distribuita,è pure vero che il percorso che fa per arrivare ai nostri rubinetti,non è indifferente,incontra di tutto.Reti idriche poco controllate,non sostituite entro i termini,(almeno ogni 15 anni),dove ci sono buchi,ci sono infiltrazioni di ogni genere,dalla semplice terra,a colonie di batteri,che resistono persino alla presenza del cloro e a volte anche residui fognari causate da altrettanti buchi.Siamo convinti che quando la mettiamo a bollire per cucinarci,abbiamo reso l acqua sicura,mi dispiace è un utopia,sarebbe preferibile che la bevessimo a freddo,piuttosto che portarla a più di 100 gradi,è lì che abbiamo realizzato un concentrato di cloro e di calcio e di tutto ciò che può contenere,e il cloro,a caldo è molto più aggressivo e dannoso,come la comune candeggina,perchè sono entrambi,ipoclorito di sodio.Oggi si parla tanto di acqua pura realizzata attraverso depuratori ad osmosi inversa,dove sfrutti bevendo e cucinando la tua acqua,senza ricorrere all acquisto di acque imbottigliate,purtroppo in pet,puoi regolare la conducibilità elettrica(la quantità di sali minerali contenuti nella stessa),attraverso una valvola e quindi decidere di bere l acqua ideale per ogni esigenza,anche se è sicuramente meglio bere acque leggere per evitare che a volte i reni debbano lavorare troppo per eliminare i veleni del nostro organismo.Io personalmente lo utilizzo e non mi sento di avere avuto problemi,anzi beviamo più acqua e beviamo sicuramente un acqua più gradevole,e povera....di schifezze

Anonimo ha detto...

Allora cosa è giusto e salutare:
bere acqua del rubinetto o acqua osmotizzata?? Di chi ci dobbiamo FIDARE??

Trattamento acqua Genova ha detto...

Guarda che l'alternativa non è acqua del rubinetto o acqua osmotizzata.
Di acque ne esistono tante, di trattamenti pure.
Che senso ha il feticcio Osmosi inversa?

Anonimo ha detto...

salve mi chiamo andrea ho un impato ad osmosi inversa. non capisco tante cose ma da quando ho l'impianto la mia urina non puzza più. Non è più giallo ocra al massimo giallina, e odora di urina non puzza che accanna, neppure quando mangio asparagi. ho perso 3 kg, stabili, non ne ho persi altri , in 3 giorni, dall'inizio dell'uso della macchina, non sono più tornati. Ho anche fatto sforzi ma vedo che tutto a per il meglio. Magari stanotte muoio, ma tantè......