giovedì 11 dicembre 2008

Osmosi inversa ed acqua frizzante

L'acqua gasata è un fascino a cui alcuni non riesconon a resistere.
Abbinarla ad un impianto ad osmosi non è cosa semplicissima. Le soluzioni tecniche devono tener conto di diversi fattori. Gli impianti di frigogasatura, necessitano di essere alimentati con una pressione minima di 1, 5 bar, sotto la quale la pompa di spinta va in cavitazione. Nello stesso tempo i frigogasatori hanno la componentistica interna che non sempre è compatibile con l'acqua osmotizzata. ( frequente è il rilascio di sapori ).
Un secondo aspetto importante è il pH dell'acqua frizzante. Non essendo presenti i Carbonati, l'effetto tampone è nullo e l'acidità è abbastanza forte.
Un terzo aspetto è legato al "perlage" dell'acqua osmotizzata frizzante, essendo pochi i sali disciolti, si avrà una formazione notevole di piccole bolle, si ha quindi una gasatura fine. Questo perchè i sali disciolti funzionano da "innesco" per la formazione della bolla.
Alzare il livello della pressione della Co2 in ingresso nel frigogasatore, può portare ad un livello di acidità assai elevato. Generado Soda ( buona per i cocktail ) al posto del Seltz.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Dal mio impianto ogni tanto esce acqua con delle pagliuzze dirmi di cosa si tratta ?
la posso bere ?

grazie
Antonella

Anteo ha detto...

Non sono in grado di dirti di che si tratta senza aver visto le "pagliuzze".
Potrebbero essere distacchi di nichelatura del rubinetto.
In ogni caso eviterei di bere quell'acqua, se non dopo aver fatto una revisione dell'impianto.
L'acqua osmotittazata è assai "aggressiva" e se la componentistica non è buona questi fenomeni sono possibili.